Rievocazione Storica Battaglia di Lepanto - Associazione Pro Loco Sermoneta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gli Eventi

Rievocazione storica della battaglia di Lepanto

Palio “Madonna della Vittoria” domenica di Ottobre

Il Comune di Sermoneta organizza ormai da anni, in occasione della Festa della Madonna della Vittoria, la Rievocazione Storica della Battaglia di Lepanto che rappresenta uno degli eventi più importanti ed attesi nel programma annuale delle manifestazioni e di grande richiamo per numerosi turisti a livello nazionale.


Battaglia di Lepanto


Nella seconda metà del XVI secolo, l'impero Ottomano e gli Arabi erano divenuti i veri padroni assoluti del Mediterraneo stringendo in una morsa mortale gli stati cristiani, purtroppo divisi e gelosi l'uno dell'altro. Per il coraggio e l'abile diplomazia del papa Pio V si riuscì a formare una lega che, con una flotta di navi spagnole, Veneziane, Genovesi, Pontificie e Savoiarde, potesse affrontare la potentissima flotta turca. Nel 1571 la flotta cristiana comandata da Don Giovanni d'Austria con l'appoggio di Barbarigo Venier, Doria e Colonna, affrontò sulle acque di Lepanto l'armatissima flotta turca comandata da Mehemed Alì Paschià. Grande e strepitosa fu la vittoria dell'armata cristiana che fu salutata da tutto il mondo cristiano. Da quella sconfitta iniziò il declino dell'impero Ottomano, la cui potenza mai più risorse. Alla Battaglia di Lepanto, sulla nave “Grifona”, partecipò con il titolo di Comandante Generale della fanteria pontificia, Onorato IV Caetani, con soldati sermonetani. Nel momento più furioso della battaglia il pensiero del nostro duca si volse ad un'immagine della Madonna, custodita in un piccolo tabernacolo al principio della mulattiera che conduceva a Sermoneta; la aveva incontrato per la prima volta Agnesina Colonna, sua sposa; invocò la SS. Vergine e fece voto, in caso di vittoria, di erigere una chiesa. Voto che fu mantenuto; la chiesa, ove poi fu sepolto, e la Vergine furono chiamate “Madonna della Vittoria”.


festa
Da allora, ogni anno, la seconda domenica di ottobre si celebra a Sermoneta l'anniversario della Battaglia di Lepanto. Oggi tali celebrazioni iniziano circa tre settimane prima della seconda domenica di ottobre con le tradizionali feste propiziatorie organizzate nei rioni del paese (Borgo, Torrenuova, Valle, Castello, Portella) che per l'occasione vengono imbandierati a festa con i colori e il simbolo propri. Durante tali feste avviene la presentazione dei cavalieri che parteciperanno al Palio della Madonna della Vittoria in rappresentanza del proprio rione, il tutto accompagnato da un buon vino, da specialità culinarie locali, da canti e balli. Nella domenica precedente alla Rievocazione si organizza il Trofeo “Madonna della Vittoria”. E' una corsa podistica di mt. 10,500 su percorso cittadino del Centro Storico a cui partecipano numerosi sportivi interessati, oltre che all'evento sportivo, anche al fatto di poter percorrere un tragitto tra le mura medievali del paese in un atmosfera particolare (la corsa è riservata alle categorie Fidal Assolute ed Amatori). Il sabato precedente la Rievocazione Storica i cavalieri dei cinque rioni, preceduti dagli sbandieratori e dai vessilli, sfilano per le vie del paese e si recano presso la cattedrale dove assistono alla invocazione della Vergine, si fa lettura della Preghiera del Cavaliere e si fa la presentazione del XII palio che il Parroco benedice insieme ai cavalieri. Segue poi la Santa Messa e la Solenne Processione con la Statua della Madonna della Vittoria accompagnata dalla banda musicale “Fabrizio Caroso”. Nel pomeriggio della seconda domenica di ottobre ha luogo la tanto attesa Rievocazione Storica della Battaglia di Lepanto nella quale numerosi costumanti sfilano per le vie del paese: il duca Onorato IV Caetani, reduce vittorioso con seguito di soldati, preceduti da tamburi, trombettieri e sbandieratori, entra in città e va incontro al corteo della duchessa Agnesina Colonna che, lasciato il castello seguita da cavalieri, dame, paggi e notabili della città, incontra l'amato sposo nella piazza del paese alla presenza del popolo festante. Questo incontro ed altri momenti della sfilata, oltre che figurativi, sono ampiamente recitati in gergo cinquecentesco. La coppia ducale ed il corteo al completo vanno a rendere omaggio alla SS. Vergine in chiesa, quindi si recano presso la Porta del Pozzo per assistere alle gare equestri per la conquista del Palio. Sfilando per le vie imbandierate della cittadina attraverso i cinque rioni si fa poi rientro al castello dove viene consegnato “drappo” al rione vincitore e dove gli sbandieratori effettuano un suggestivo spettacolo.


Locandina Manifestazione del 11- 12 Ottobre 2014






 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu UA-44825832-1